Come illuminare il giardino con le luci LED

I consigli per non sbagliare, e tutti i vantaggi delle luci LED

Sappiamo bene quanto l’illuminazione sia divenuta ormai un elemento essenziale in ambito domestico, in grado di alzare l’asticella della qualità della vita nelle diverse stanze e nella zona outdoor. La progettazione in questo contesto è tutto: bisogna riuscire a bilanciare l’apporto di luce naturale e quello dell’illuminazione artificiale, sempre strizzando l’occhio al risparmio energetico e alla riduzione dei consumi. In che modo? Utilizzando le luci LED (acronimo di Light Emitting Diode), grazie alle quali si possono ottenere importanti vantaggi anche per ciò che riguarda la lunga durata nel tempo e la facilità di utilizzo, l’alta resistenza da un punto di vista tecnico e la ridotta necessità di manutenzione.

Affidarsi al fai da te non è mai una scelta saggia quando si tratta di progettare l’illuminazione della casa, soprattutto con riferimento alla zona outdoor. Il giardino è infatti un piccolo paradiso all’interno del quale bisogna sempre potersi immergere per un po’ di sano relax, lontano dallo stress della routine quotidiana. La creazione della perfetta atmosfera, necessaria per trascorrere piacevoli serate specie quando le temperature iniziano a salire, passa proprio dalla presenza della giusta illuminazione. Vediamo qualche consiglio utile in merito.

Luci fredde o luci calde: i consigli per non sbagliare
Sia l’aspetto estetico che quello relativo alla sicurezza del giardino di casa potranno dipendere molto dal modo in cui si sceglie di illuminarlo. Soprattutto in presenza di una piscina, di una fontana o di alberi particolarmente scenici i giochi con le luci LED potranno contribuire a suscitare l’effetto wow tra luci e sapienti ombre. Per illuminare il giardino di casa il consiglio – a prescindere dai gusti personali – è quello di puntare su una luce calda, perfetta per favorire l’aspetto conviviale della questione. Occorre infatti riuscire a creare un’atmosfera accogliente e informale, senza che le luci presenti possano in alcun modo disturbare la vista. Ma l’aspetto funzionale non è l’unico da prendere in considerazione quando si tratta delle luci per il giardino: c’è anche quello decorativo, che potrà essere interpretato al meglio da luci fredde. Come sfruttarle? Per esempio mettendo in evidenza, in maniera del tutto scenica, piante e particolari elementi strutturali presenti nel contesto outdoor.

Aspetto estetico e colpo d’occhio: giochi di luce e supporti
In giardino sarà poi molto importante a livello stilistico anche la scelta dei supporti: l’aspetto estetico e il colpo d’occhio sono estremamente importanti, dal momento che questo spazio verrà vissuto da noi ma anche dagli ospiti che chiameremo a condividerlo. Saranno perfetti materiali come legno e acciaio inox ma anche terracotta: una scelta dettata dallo stile più che altro relativo all’arredamento. Le luci LED assicurano una ottima riuscita per via della loro alta resistenza all’azione degli agenti atmosferici e dell’umidità. In più, sempre in ottica green, il loro smaltimento è molto meno complicato e impegnativo dal momento che al loro interno non sono contenute sostanze nocive. Per illuminare il giardino si potranno utilizzare luci dirette, indirette per giochi di luci e ombre molto scenici (anche se parte della luce però verrà dispersa) oppure modalità miste.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here